immagine  x cover

Simone Vesentini


Simone Vesentini nasce a Verona nel 1975. Si laurea in Lettere con una tesi in Filologia Medioevale e Umanistica.

Durante il servizio militare, come ufficiale, coltiva la passione per la lettura e comincia a scrivere qualche racconto, senza alcuna velleità poetica.

Quando si congeda si trasferisce a Torino, dove lavora in una grande industria automobilistica. Un nuovo impiego lo riporta a Verona, dove ritrova le sue radici.

Comincia quindi a praticare assiduamente il pugilato nel tempo libero e ritorna alla scrittura, componendo brevi racconti che vengono pubblicati in varie antologie.

Dopo la condivisione di un cane, con la sua fidanzata storica, si sposa nel 2015 e si dedica alla stesura del suo primo romanzo “Una disonesta fortuna sfacciata”.

Simone Vesentini è il tipico prodotto dei meravigliosi anni settanta.

Si diletta con la scrittura ormai da qualche tempo, cercando di trovare in essa una pace interiore nell’afflizione della società moderna.

I suoi romanzi sono caratterizzati da simpatiche invettive contro la corruzione, la raccomandazione e la degenerazione dei costumi. Nei suoi personaggi, delineati con sarcasmo e spietatezza, si

scorgono i prototipi degli uomini moderni, generalmente insoddisfatti e alla spasmodica ricerca del superfluo.

Virus di natura ignota e malattie sociali ricorrono sovente nelle sue pagine, comunque impregnate di speranza verso un futuro nebuloso.

Stramaledetta lei! è il suo terzo romanzo, che segue Una disonesta fortuna sfacciata (2016) e L’uomo dei Cruciverba (2017), editi da Sillabe di Sale.


Libri